UN MAESTRO DEL FANTASTICO ITALIANO
ITA  ENG 

FRANCO PIVETTI

Piero

una mostra per documentare

PIERO DELLA  FRANCESCA
Dal manifesto del Cinquecentesimo agli Affreschi della Vera Croce

In questa mostra documentaria vengono presentati alcuni manifesti che nel 1992 ricordarono al pubblico il 500° anniversario della morte del grande artista, vengono inoltre proposte riproduzioni e cartoline di quello che viene considerato il capolavoro del maestro" La Leggenda della Vera Croce" che con la difficile tecnica dell' affresco, dipinse nella chiesa di San Francesco ad Arezzo nel 1452-62. Un opera straordinaria che dal 1997 allo scorso anno, è stata totalmente restaurata e restituita al pubblico e agli studiosi.

Pittore italiano. Si forma alla scuola di Domenico Veneziano, a Firenze, dal quale eredita l'uso sapiente del colore. Insieme a Masaccio e a L.B. Alberti è una delle figure più significative del Quattrocento.
Lavora alla corte degli Este a Ferrara, dei Malatesta a Rimini e infine dei Montefeltro a Urbino.
Tra le prime opere realizzate a Firenze si ricordano Il battesimo di Cristo (1440-45) e il Polittico della Misericordia (1445-62), nelle quali è già evidente lo stile personalissimo dell'autore basato sul rigore costruttivo e sulla geometria delle forme.
Mentre affresca il coro della chiesa di san Francesco ad Arezzo con il ciclo dedicato alla Leggenda della Vera Croce (1452-62), prende contatto con la corte di Urbino, una delle più colte ed eleganti del tempo, per la quale continuerà a lavorare per circa un ventennio.
Al periodo urbinate appartengono la tavoletta della Flagellazione di Cristo, i Ritratti dei duchi di Montefeltro (1465) e la Madonna di Senigallia (1470).


DATI DELLA MOSTRA:

50 opre: manifesti, gigantografie, cartoline. Incorniciate e in pannelli. Didascalie e percorso didattico sulle tecniche usate dall'artsta.




realizzazione siti internet korgan.it