UN MAESTRO DEL FANTASTICO ITALIANO
ITA  ENG 

FRANCO PIVETTI

Il tesoro di KassIL TESORO DI KAS
Gioielli, dipinti, incisioni, ceramiche, fotodocumenti
del surrealista Franco Pivetti


La storia di una mitica città sepolta, raccontata da un artista contemporaneo.
La città di Kas, che dorme sotto i macigni delle Marocche, è a metà fra storia e leggenda. Spesso si favoleggia di insediamenti antichi sepolti da grandi frane, ma questa volta ci sono dei riscontri reali: la presenza di Kas su una mappa di epoca medievale; cocci, risalenti all'età romana, trovati fra i sassi da operai giunti nella zona per effettuare dei lavori. Nulla vieta di pensare che la gigantesca frana di 2000 anni fa abbia seppellito una città. Può darsi che gli antichi abitanti di Kas adorassero la Luna, al vertice della quale si trovava una figura di sacerdotessa, identificabile anche con la regina della città, sempre adornata di splendidi gioielli che testimoniavano il suo rango. A Kas esisteva una società evoluta, probabilmente matriarcale: le cariche più importanti, il potere politico e quello religioso erano in mano a donne, probabilmente ad una sola donna. All'uomo era lasciato uno spazio marginale. Altro elemento misterioso e affascinante di Kas, connesso probabilmente con la religione della città, era un enorme rettile, simile ad un lucertolone (antica memoria del passaggio dei dinosauri?) che gli abitanti di Kas temevano, tentando di placare la sua ira con preghiere, sacrifici e riti magici. Il rettile terrorizzava la gente di Kas con frequenti incursioni. Poteva trovare un ambiente ideale nella zona delle odierne Marocche: la folta vegetazione non era un problema, e l'acqua del fiume non mancava.
La mostra consiste in documentazione fotografica, mappe, incisioni rupestri, gioielli, tele dipinte ceramiche, disegni e grafiche.


DATI DELLA MOSTRA:

80 opere: gioielli, incisioni, tele, ceramiche. Bassorilievi e una ricca documentazione fotografica. Didascalie e percorso didattico.




realizzazione siti internet korgan.it